La stampa offset piana è un processo di stampa planografico in cui la matrice è costituita da un sottile foglio metallico (di zinco o di alluminio). Tramite un tessuto gommato (caucciù) raccoglie l’inchiostro dell’immagine per trasferirlo sulla carta. Per questo viene definita stampa “indiretta”.

La stampa offset piana si distingue per l’alta qualità di stampa, rispetto ad altre tipologie, su tirature di media entità. Le macchine da stampa sono categorizzate per formato, inteso come la dimensione massima espressa in cm che possono stampare(35×50/50×70/70×100/100×140/120×160), numero di colori stampabili contemporaneamente (1/2/4/5/6/7/8/10/12) e nobilitazioni a bordo, come calamai di verniciatura o sistemi di Foil a freddo.

La stampa piana utilizza fogli di carta già tagliati nel formato indicato dal formato massimo della macchina e le cui grammature possono oscillare da un minimo di 40gr/mq ad un massimo di 450/500gr mq. Questa tecnologia ha differenti set-up che prevedono la stampa alternata dei due lati del foglio o contemporanea (convertibile).